Il punto conquistato contro Taviano chiude il girone Blu del Mosca Bruno Bolzano

Il girone Blu del Mosca Bruno Bolzano si conclude con una sconfitta al quinto set al PalaResia contro la Pag Taviano. Nella 22esima ed ultima giornata di questa prima fase della A2 maschile la squadra di Andrea Burattini porta via un punto contro una diretta concorrente alla salvezza che sarà avversaria anche nella prossima pool C, al via il 4 febbraio.

Con questo risultato il Mosca Bruno Bolzano si porterà dietro 4 punti nella seconda fase della serie A2, dei 18 incassati da fine settembre ad oggi. Quattro punti frutto dei due ottenuti contro Taviano fra andata e ritorno, uno contro Lagonegro ed uno contro il Club Italia, sempre nell’arco dei doppi confronti con i sestetti che faranno parte della stessa pool C degli altoatesini. Alla fine è mancato solo un pizzico di cinismo alla squadra di Andrea Burattini. Perché avanti 2-1 nel conto dei set, nel quarto set arriva a conquistare anche una palla match che non è riuscita a sfruttare, prima di incassare la rimonta dei pugliesi. In casa Mosca Bruno Bolzano non sono bastati i 23 punti di Stefano Giannotti (41% in attacco, un muro e due ace) ed i 18 di un ottimo Ristic (58% in attacco, un muro e due ace). Complessivamente per buona parte della partita, nei primi set, i bolzanini sono riusciti a rimanere sempre avanti, trovando un buon ritmo in attacco e murando bene. Questo fino a metà quarto set, quando Taviano ha trovato alcuni buoni filotti in battuta ed un Bigarelli (28 punti con il 47% in attacco) decisivo nella rimonta. Per buona parte dell’incontro la fase break altoatesina, a partire dal servizio, ha messo una grande pressione addosso ai pugliesi che hanno iniziato a sbagliare tanto. Ora il Mosca Bruno Bolzano tornerà in campo per iniziare la pool C, quella salvezza, domenica 4 febbraio ospitando al PalaResia l’undicesima classificata del girone Bianco, i toscani dell’Acqua Fonteviva Massa.

LA CRONACA DELLA PARTITA

In campo i sestetti sono quelli annunciati alla vigilia. Burattini conferma Quartarone in palleggio, Giannotti opposto, Galabinov-Ristic schiacciatori, Paoli-Bleggi centrali con Bruno libero. Dall’altra parte della rete, invece, spazio a Mariella in regia, Bigarelli opposto, Ruiz ed Astarita schiacciatori, Smiriglia e Torsello centrali con Percoco libero.

In avvio con il turno al servizio di Mariella porta Taviano sull’1-4, ma il Mosca Bruno riesce a rimettersi subito in scia (4-6). La palla messa a terra da Bigarelli in ricostruzione vale il 5-11, il Mosca Bruno non molla e con il muro del duo Paoli-Quartarone resta in scia (8-13). Astarita trova il lungolinea dell’11-16, il break point del 13-16 arriva con il turno al servizio di Giannotti: dalla linea dei nove metri le battute, con due ace diretti, dell’opposto patavino permettono ai padroni di casa di impattare sul 16-16. Coronando un break di 6-0 a favore dei bolzanini. A questo punto l’equilibrio regna sovrano (19-19, 21-21) con i due sestetti che procedono a braccetto. Finché l’invasione di Astarita non regala il 23-21 ai padroni di casa, la nuova parità è siglata dal muro di Smiriglia sull’attacco di Giannotti (23-23). Il colpo di coda alla fine del parziale è della Pag, che trova l’allungo del 23-25 finale grazie all’errore in attacco di Galabinov ed al successivo ace di Bigarelli sullo stesso schiacciatore italo-bulgaro.

In avvio di secondo set è ancora l’equilibrio che regna subito sovrano (5-5). A romperlo ci pensa il turno in battuta di Galabinov che porta il Mosca Bruno avanti 8-5, Ristic e Giannotti con l’ausilio del video-check realizzano i punti del 13-9 seguiti dall’ace dello schiacciatore bosniaco che costringe Licchelli a giocarsi il secondo time-out discrezionale. Un vantaggio (17-11) che il Mosca Bruno Bolzano è bravo a mantenere (19-13), almeno finché la fase break mette una bella pressione sui pugliesi. Perché gli ospiti appena riescono a ritrovare un buon cambio-palla riescono, allora, a dimezzare il divario (19-16). Ritrovata tranquillità e lucidità allora il Mosca Bruno Bolzano ritorna a fare tutto bene e ad avere il timone della gara in mano: muro di Paoli per il 23-17. Nel finale a chiudere i giochi è l’ace di Quartarone per il 25-18 finale.

Si arriva così al terzo set, in cui il Mosca Bruno Bolzano parte forte (3-0) ma Ruiz riesce a riportare la Pag Taviano in scia (6-5). Quando in cattedra sale Alessandro Paoli con il suo muro, stampando Ruiz per il 9-5, Licchelli ferma il gioco. Ma con Quartarone in battuta il punteggio vola sull’11-5, un bel muro di Alessandro Paoli e l’errore di Bigarelli permettono ai bolzanini di restare saldamente avanti (16-9). Il neo entrato Bressan stampa il primo tempo del 20-12, trovando poi ottime cose anche in battuta (22-13), grazie anche ai tantissimi errori di Taviano. Il finale è tutto di marca altoatesina, con il Mosca Bruno Bolzano che va a chiudere senza patemi (25-18) grazie all’errore in battuta finale di Torsello.

Il quarto parziale si apre ancora nel segno del Mosca Bruno Bolzano, avanti 3-0. Il muro di Bressan vale il 7-4, poi sul turno in battuta del centrale trentino Alessandro Paoli sigla il 10-6 chiudendo a terra una ricezione lunga di Ruiz. Il muro di Astarita sull’attacco di Galabinov riporta Taviano in scia (12-11) e costringe Burattini a spendere un time-out discrezionale, ma il successivo muro di Torsello su Giannotti riporta tutto in parità (12-12). I due sestetti viaggiano così lungo i binari dell’equilibrio (15-15 e 19-19), una situazione di stallo che dura finché il pallonetto di Bigarelli non porta Taviano sul 20-21. Burattini ferma il gioco, ma al ritorno in campo Torsello trova l’ace del 20-22. Nel finale Taviano si porta sul 22-24, bravissimi sono prima Giannotti in attacco e poi il neo entrato Baldazzi (con un ace) a trovare i due punti che valgono il 24 pari. Si va ai vantaggi, dove è il muro di Ruiz a siglare il 25-27 conclusivo che manda la contesa al tie-break.

Un quinto set nel quale Taviano parte subito forte (0-3), un margine di tre lunghezze (3-6) che rimane prima che l’errore di Paoli non permetta alla Pag di cambiare campo sul 4-8. Bigarelli ha il braccio caldo e realizza il 5-10, Burattini si gioca un time-out discrezionale ma ormai il margine degli ospiti è troppo ampio.

 

DOMENICA SI DECIDE ANCHE IL GIRONE BIANCO

Nella giornata di domani, domenica 21 gennaio, si disputerà l’ultima giornata del girone Bianco, quello ad undici squadre. In una giornata che decreterà quale sarà fra Potenza Picena, Reggio Emilia e Catania la terza squadra con Massa e Materdomini.it Castellana Grotte a giocare nella pool C contro i bolzanini.

 

IL TABELLINO DELLA SFIDA DI QUESTA SERA

 

MOSCA BRUNO BOLZANO – PAG TAVIANO 2-3

(23-25, 25-18, 25-18, 25-27, 9-15)

MOSCA BRUNO BOLZANO: Quartarone 4, Giannotti 23, Galabinov 13, Ristic 18, Paoli 9, Bleggi 2, Bruno (L); Candeago 1, Bressan 5, Baldazzi 1. N.e: Spagnuolo, Ingrosso, Villotti. Allenatore: Andrea Burattini.

PAG TAVIANO: Mariella 1, Bigarelli 28, Astarita 13, Ruiz 16, Smiriglia 7, Torsello 9, Percoco (L); Barajas 2, Piedepalumbo 1. Ne: Avelli. Allenatore: Fabrizio Licchelli.

ARBITRI: Rossi di Imperia e Pozzi di Alessandria

DURATA SET: 25′, 25′, 24′, 31′, 14′.

NOTE- Mosca Bruno Bolzano: 8 ace, 8 muri, 16 errori in battuta, 7 errori in attacco, 47% in attacco, 53% di ricezione positiva con il 19% di perfette.

Pag Taviano: 6 ace, 10 muri, 14 errori in battuta, 14 errori in attacco, 48% in attacco, 39% di ricezione positiva con il 17% di perfette.

 

In allegato nella foto di Francesco Servadio coach Andrea Burattini catechizza i suoi ragazzi.

2018-01-20T23:26:38+00:00